Divieto di caccia - Divieto di pallini al piombo - Milioni di avvelenamenti all'anno




 In alternativa l'inventore del Motore Schietti propone bird watching e safari fotografici - La verità occulta sulla caccia - 

In un solo anno i fucili dei cacciatori italiani sparano sul territorio nazionale 500 milioni di cartucce. Vengono così disperse ogni anno nell’ambiente 17.500 tonnellate di piombo sotto forma di pallini, un diluvio di frammenti velenosi che si accumulano nei prati, nei campi coltivati e nei boschi, sul fondo di laghi, fiumi e stagni. A tutto ciò vanno aggiunte le tonnellate di plastica dei bossoli (che per legge i cacciatori sarebbero tenuti a raccogliere).

Il piombo può arrivare all’uomo tramite l’acqua potabile e il cibo, ma anche tramite l’aria, il terreno e la polvere. Non è vero che il piombo si disciolga solamente in presenza di acidi e quindi non sia pericoloso. Molti studi affermano che i pallini da caccia si scompongono in un periodo variabile dai 30 ai 300 anni mischiandosi con il terreno venendo assorbiti da vegetali ed animali (vedi per esempio a questo link: http://www.isprambiente.gov.it/files/pubblicazioni/rapporti/rapporto_158_2012_rev2.pdf )

L’intossicazione genera cefalee, ipertensione, anemia, disfunzioni renali, ipofertilità e disturbi al sistema nervoso. Si sospetta anche che possa determinare l’insorgenza del cancro.

Sono ancor più gravi gli effetti sui bambini: il piombo ostacola lo sviluppo del sistema nervoso, al punto che è stata dimostrata una relazione tra aumento del livello di piombo nel sangue e riduzione delle capacità cognitive. C’è quindi da prestare particolare attenzione ai segni e sintomi di avvelenamento da piombo nei bambini.

E' difficile calcolare con esattezza quanti siano i morti e i malati imputabili ogni anno al piombo dei cacciatori perché spesso le problematiche sono cumulative. Una persona respira smog, mangia cibi coi pesticidi, beve acqua contaminata al piombo, mangia carne bovina grassa, fuma sigarette, beve alcoolici e poi si ammala, gli viene un tumore, o si indebolisce, o diventa pazza (saturnismo).

Ormai gli studi su avvelenamento da piombo sono sicuri. L'ONU aveva messo al bando i pallini al piombo per il 2015, poi la potente lobby delle armi ha fatto mettere tutto a tacere.

Siamo giunti al limite perché ogni anno nuovo piombo viene aggiunto e il problema si ingigantisce. Le tracce di piombo nella falda acquifera aumentano ogni anno. Lo stesso vale per le tracce nei campi coltivati di mais, di grano, i vigneti, i frutteti.

I cacciatori sono i più avvelenati di tutti dato che cucinano le prede piene di pallini con ricette sugose che prendono il tipico sapore di piombo, confermato dai pallini che ogni tanto si trovano in bocca fra la carne. Infatti è risaputo che i cacciatori siano tutti un po' pazzi per via del piombo che causa saturnismo e spesso muoiono giovani con gravi malattie.

Una volta la lotta contro la caccia era sostenuta da persone sensibili ed amanti della natura in netta minoranza contro la stragrande maggioranza dei menefreghisti.

Ora la caccia è diventato un problema di tutti. La caccia avvelena tutti. Non si può più rimandare. Non si può più chiudere un occhio per favorire la lobby delle armi.

L'alternativa è nitida e già da tanti anni praticata da tanti amanti della natura grazie alle macchine fotografiche digitali. Scattare foto non costa nulla e possono essere pubblicate in internet in siti appositi come Flickr, o su Facebook o forum per appassionati. Potrebbero essere fatte tante gare fotografiche anche fra gruppi di amici. Ci sono tanti premi internazionali per le foto naturali più belle.

Bisogna opporsi duramente alla caccia. Non è sostenibile, neanche in aree delimitate in giornate apposite. Il proiettile d'acciaio non è la soluzione perchè essendo più leggero ha minore gittata e poi trapassa la preda ferendola senza ucciderla che quindi fugge ferita senza essere catturata. Meglio il bird watching e il safari fotografico.

Può essere che alcune riserve private organizzino battute ad esemplari anziani di qualche specie, o che intromettano nella riserve qualche fagiano e qualche lepre, ma vanno utilizzati proiettili al bismuto anche se molto più cari, oppure arco e frecce, o balestre. Uno sport per ricchi che può aiutare a finanziare parchi o riserve. Io sono contrario in ogni caso, ma spesso il divieto assoluto apre la strada a forme clandestine di bracconaggio che sono più dannose. Quindi non preoccupatevi su eccezioni che confermano la regola. Va vietata la caccia di massa e i proiettili al piombo poi se un bracconiere prende un cinghiale non è la fine del mondo.

Non dubitate. I grandi media tacciono sui problemi da avvelenamento da piombo dei pallini da caccia per non generare il panico fra la popolazione, ma è uno dei problemi più gravi in Italia e nel mondo. Ci sono decine di studi di centri di ricerca che denunciano la gravità del problema.

Non aggiungo altro, ribadisco che è il momento di una svolta, molti dei prodotti che finanziano il governo mondiale non interessano le masse che protestano (armialcoolsigarettedrogaprostitutesodomiacarne bovinainsaccatilegname di foreste verginipesticididetersivipetrolionuclearecarbonepellicceavorioanimali raritonno in scatola, baccalà, tacchi a spillo, ateismo, banconote in carta e decine di altri prodotti nocivi come traffico di organi, cibo OGMsovrappopolazionemedicinali inutilialzheimerimballaggi di plasticapallini di piombo, caro estinto, sesso estremofilm pornoolio di palma, lettini UVA, tuta alare, consumo di territorio, gioco d'azzardo, utero in affittosuicidio assistito, ...).

E' inutile vietarli in assoluto, ma è diventato evidente che sono nocivi e alle masse non interessano e quindi è necessario aderire alla mia Dottrina ( http://domenico-schietti.blogspot.it/2016/05/la-dottrina-di-schietti.html ) e finanziare il nuovo corso con il Motore Schietti ( https://domenico-schietti.blogspot.it/2016/05/motore-schietti-energia-per-tutti-no.html ).

La gente lavora comunque per avere una casa, una moglie, dei figli, cibo buono, vacanze, elettrodomestici, smartphone, vestiti belli, auto ecologiche,... non c'è bisogno di tenere miliardi di persone in povertà in balia di guerra ed effetto serra dipendente da prodotti nocivi monopolizzati per avere lavoratori a buon prezzo sottomessi economicamente, fisicamente e psicologicamente.

Vogliamo prodotti buoni, utili, ecologici, etici, basta guerra, effetto serra e povertà! No terrore! No ultimo fiume, ultimo pesce, ultimo albero!

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/

Ps: se andate in home page potete trovare alcune decine di miei articoli esclusivi con le mie campagne internazionali, le mie ricerche, le mie invenzioni come:

Smog ed Effetto Serra: denuncia a Polizia e Carabinieri per genocidio. Bisogna usare il Motore Schietti e l'auto ad idrogeno

La domanda più frequente sul Motore Schietti: perchè non fai un prototipo? Un prototipo per tutti!

Innalzamento dei mari e crollo del mercato immobiliare nelle zone litoranee - Serve il Motore Schietti

Auto ad Idrogeno di Schietti con 16 Serbatoi da 1 Litro - Nessun Rischio di Esplosione

La Serpentina di Schietti - 2500 litri di acqua potabile di condensa al giorno

La Centrale Geotermica di Schietti con Motore Stirling senza falde di acqua calda

Lavatrice e Lavastoviglie di Schietti ad Acqua ozonizzata senza Detersivi inquinanti e Acqua calda

Stop Pesticidi - Con l'Acqua Ozonizzata tutti i Cibi Bio - Rivoluzione in Agricoltura

Alzheimer trovata la cura preventiva: Acido Folico e Vitamina B12

Incendi Boschivi: Mini-Elicottero-Drone di Schietti con Idrante a Pioggia, 2 Eliche, Facilmente Ricaricabile

Effetto Serra: alcuni articoli di Schietti su Innalzamento mari, Desertificazione, Riserve di petrolio, Cicloni, Albedo, Permafrost, Invasione insetti

Le Proposte di Schietti contro la Deforestazione

I metodi più economici per stivare anidride carbonica e salvare il mondo dall'effetto serra

Fame nel mondo: i metodi di Schietti per produrre cibo e acqua in abbondanza