Chiusura dei miei blog e risposta definitiva alla Domanda di Schietti, la domanda più importante della storia umana

Il Motore Schietti a pressione atmosferica e il Motore Schietti Gravitazionale

  

motore di schietti a pressione atmosferica moto perpetuo

Il motore di Schietti a pressione atmosferica

Con lo sforzo di risucchiare aria con una semplice pompa, si riesce a far risalire l'acqua fino a 10 metri e 33 centimetri come nei pozzi di Ctesibio che poi Torricelli dimostrò che accadeva per via della pressione atmosferica.

A quel punto basta lasciarla ricadere nel pozzo e sfruttare il lavoro utile con una turbina idroelettrica.

Per confutare il funzionamento del Motore di Schietti versione a pressione atmosferica si dovrebbero addurre queste prove:

a) che l'acqua nei pozzi non risalga di dieci metri attratta dal vuoto a causa del peso dell'aria che esercita la pressione di 1 bar;

b) che pompare acqua da un pozzo alto dieci metri richieda cento volte più forza che pomparla da dieci centimetri;

c) che l'acqua cadendo da dieci metri eserciti la stessa forza che cadendo da dieci centimetri



Il prototipo segreto poco ingombrante di Motore di Schietti che sfrutta la risalita di aria invece che la discesa di acqua. La forza sfruttata è sempre la pressione atmosferica che fa risalire l'acqua fino a 10,33 metri con lo sforzo di pompare aria.

L'aria viene aspirata in superficie e reimmessa alla base tramite la stessa pompa.

Nel disegno si vedono due eliche distinte, ma in realtà andrebbe realizzata un elica lungo tutta la lunghezza del cilindro con le pale alternate ad altezze differenti per sfruttare equilibratamente l'immissione dell'aria a moto alternato della pompa.

Questo modello è ideale per centrali con centinaia di cilindri uno vicino all'alto della stessa potenza complessiva di centrali nucleari.




Il Motore di Schietti classico gravitazionale a principio d'Archimede

Sfrutta il principio dei    corpi che si possono muovere nell'acqua anche a profondità abissali, come un sommergibile, un pesce, un sub, anche se sopra di loro ci sono centinaia di metri di acqua.

La cisterna alla base del cilindro ritraendo gli spuntoni rossi si riempe d'aria. Si chiude la botola, si apre la paratia del cilindro e l'aria risale producendo energia. A quel punto gli spuntoni si allungano facilmente dato che l'acqua non è roccia, al limite con un moto a vite, pronti per essere retratti nuovamente e fare il pieno d'aria.

In alternativa l'aria può essere inserita tramite una finestra in goretex che lascia passare l'aria, ma non l'acqua, quindi pompando aria dall'esterno  che entra nel cilindro tra una molecola e l'altra di acqua attraverso il goretex.