Alzheimer trovata la cura preventiva: Acido Folico e Vitamina B12





- Schietti, l'inventore del famoso Motore, si intromette in una delle problematiche più gravi dopo l'effetto serra. In Italia 1.000.000 di casi. Dimezzato il rischio -

Personalmente prendo tutte le mattine un pastiglione che contiene 12 vitamine e 9 sali minerali. Sicuramente ne esistono di tante marche e sento che la mia vita è migliorata.

Una delle sostanze contenute nel pastiglione è l'acido folico ( vitamina B9),  e un'altra è la Vitamina B12.

Negli esami del sangue di molte persone anziane sono richiesti questi due valori, ma la scoperta che ho fatto, confermata da tanti studi, è che se anche risultano non carenti, le persone anziane che prendono dosi ulteriori di acido folico e vitamina B12 riducono di almeno un terzo le possibilità di contrarre l'Alzheimer. Cito uno dei tanti studi:

"I soggetti con basse concentrazioni sia di vitamina B12 che di folati possono presentare un aumentato rischio di sviluppare la malattia di alzheimer, anche in assenza di un deficit di tali sostanze. Uno studio ha coinvolto 370 pazienti anziani senza demenza (età uguale o maggiore a 75 anni), i quali non assumevano correntemente vitamina B12 o folati: dopo 3 anni, 78 pazienti hanno sviluppato demenza. Dalle analisi effettuate la correlazione con la malattia di alzheimer è stata osservata solo considerando entrambe le due vitamine, ma non la sola vitamina B12 o il solo acido folico. Dal confronto fra i pazienti con bassi livelli con quelli con normali livelli di entrambe le vitamine, i primi sembrano avere il doppio del rischio di sviluppare la malattia di alzheimer. Il rischio di demenza associato con bassi livelli di vitamina B12 e di folato, è stato maggiore anche in soggetti con buone funzioni cognitive di base (Wang et al., 2001)."

Il motivo è semplice, l'ho scoperto con mio padre di 87 anni che non era carente di acido folico e vitamina b12, ma sentiva freddo e rischiava la demenza senile.

A causa dell'anzianità e dell'arteriosclerosi si riduce il numero di globuli rossi e l'afflusso di sangue ai tessuti che rimangono meno ossigenati facendo spesso sentire freddo agli anziani. Nel caso delle cellule cerebrali si alza il rischio di Alzheimer e demenza senile per scarsa ossigenazione.

L'acido folico aumenta la percentuale di ferro nel sangue, il numero di globuli rossi e quindi l'ossigenazione dei tessuti (nel pastiglione che prendo io c'è anche il ferro). La vitamina B12 aumenta i globuli rossi. Il ferro contribuisce a fissare l'ossigeno sui globuli rossi.

Non bisogna esagerare, ci sono dosi precise perchè l'acido folico è anche un potente antidepressivo e si rischia di esagitare gli anziani e la Vitamina B12 può provocare gravi sintomi fino a tachigardia e infarto.

Quindi trovo che le confezioni di acido folico vendute in farmacia da 5 mg siano inadeguate, meglio da 3 mg.

Nel pastiglione che prendo io tutte le mattine di acido folico ne è contenuto 3 mg e di vitamina B12 1 mcg.

Se si facessero studi più approfonditi sull'acido folico forse almeno metà dei casi di depressione giovanile sono dovuti a carenze di acido folico e non serve curarle con antidepressivi. Però servirebbero studi più approfonditi.

Anche per l'alzheimer molti studi spiegano che una delle cause è dovuta all'umore e alla scarsità di dopamina. E l'acido folico ravviva l'umore e stimola la produzione di dopamina.

A questo link uno studio sull'acido folico: http://www.pharmamedix.com/principiovoce.php?pa=Acido+Folico&vo=Farmacologia

In alcuni casi l'acido folico previene anche tumori, malattie delle ossa, fratture negli anziani e malattie cardiovascolari, però attenzione, la pastiglia di acido folico puro in farmacia  viene dato solo su ricetta medica perché ci sono molte controindicazioni (non gravi) e anche effetti collaterali e rischio da accumulo. A prendere due pastiglie non si raddoppia il beneficio perchè si accumula nell'organismo senza essere smaltito.

Il mio pastiglione ne contiene in dose giusta insieme anche a selenio, niacina, acido pantotenico, vitamina C, vitamina E, vitamina B6, Vitamina B12 e si spreca l'elenco dei benefici che si ottengono. Vi faccio l'elenco completo degli ingredienti:

"INGREDIENTI: contiene 9 minerali e 12 vitamine in quantità rapportate ai corrispondenti valori dei fabbisogni giornalieri raccomandati.

Tra le 12 vitamine presenti, la Biotina, la Vitamina B1, la Vitamina C, come anche la Vitamina B2 e la Niacina contribuiscono alla normale funzione del sistema nervoso. L'Acido Folico, la Vitamina B2, la Niacina, l'Acido Pantotenico, la Vitamina C, e le Vitamine B6 e B12 contribuiscono alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento. La Vitamina E aiuta a proteggere le cellule dallo stress ossidativo, mentre la Vitamina C, l'Acido Folico, le Vitamine A e D contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario.

L'azione delle vitamine presenti  è completato dai 9 minerali, ognuno dei quali vanta proprietà utili all'organismo umano, come ad esempio il Rame, il Selenio e il Ferro che contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario e il Magnesio e lo Iodio che contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso.

Una compressa al giorno assunta in qualsiasi momento della giornata, consente di correggere possibili situazioni di ridotti apporti nutrizionali con la abituale alimentazione e di supportare fisiologiche condizioni di aumentati fabbisogni."

(Attenzione non serve in alcun modo prendere 2 pastiglie al giorno perchè molte vitamine e sali minerali presi in eccesso non vengono smaltiti con le urine, ma si accumulano nell'organismo creando anche gravi patologie. Quindi se uno non è anziano, o vegetariano, o con carenze nutrizionali, basta mezza pastiglia o una ogni due-tre giorni)

Però torniamo all'Alzheimer. Mi introduco nel dibattito perché c'è un problema che incide anche del 4-5% sulle spese pubbliche italiane e dei paesi ricchi: i valori stabiliti di acido folico e Vitamina B12 negli esami del sangue sono inadeguati negli anziani che ne devono prendere una sovraddose riducendo di oltre metà nei casi il rischio di Alzheimer e altre malattie. Non bisogna comunque superare la dose massima prevista. Vanno dati anche se non si è sotto la dose minima.

Un Italia con 300 mila casi di Alzheimer è meglio di una con 1.000.000 di casi. Anche con metà delle fratture negli anziani e forse anche meno  malattie in genere come anche tumori. Figuratevi nel mondo. E poi con il mio pastiglione c'è anche il selenio, la Vitamina C, la Vitamina E.... Io la prendo a 50 anni. Al supermercato la confezione costa 5 euro, ma in Germania costa solo 50 centesimi.

La cura secondo me per prevenire l'alzheimer quindi è una pastiglione di vitamine e sali minerali con dentro acido folico e vitamina B12 e, volendo, una pastiglietta di acido folico da 0,5 mg ( meglio da 0,3) al giorno a distanza di 12 ore, ma solo se risultassero carenze anche negli esami nel sangue o sintomi come freddo o carenza di ferro.

In aggiunta molti medici danno la cardiospirina per migliorare la circolazione e le statine per ridurre il colesterolo. Io suggerisco anche un po' di licopene che si trova nel triplo concentrato di pomodoro, nel sugo di pomodoro e nel ketchup perché è antiossidante, antitumorale, anticolesterolo, antiaging, riduce la pressione, previene le macule alla retina e tante altre malattie specialmente alla prostata. Suggerisco anche il vegetarianesimo almeno 4-5 volte alla settimana, vedi: https://domenico-schietti.blogspot.it/2015/09/vegani-vegetariani-semivegetariani.html. Ottimo fare anche una passeggiata di una mezzoretta al giorno e un po' di yoga e ginnastica stretching.

Favoloso è anche l'aglio, 3 spicchi crudi al giorno. Se non lo si digerisce e causa alitosi ci sono le capsule di polvere di aglio secco, 3 al giorno durante i pasti. Previene alta pressione, colesterolo, trombi, tumori, malattie e anche l'alzheimer e il parkinson. Alcuni studi parlano di riduzione del 40% del rischio di alzheimer e cardiopatie con una cura all'aglio iniziata per tempo verso i 50 anni.

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/



 PER ALZHEIMER EUTANASIA E REDDITO DI CITTADINANZA AI GIOVANI?

Un milione di persone in Italia soffrono di Alzheimer e recepiscono la pensione di accompagnamento di 450 € al mese più la pensione, mentre milioni di giovani vivono in povertà.

Non sto dicendo che sono favorevole all'eutanasia attiva (il suicidio assistito). Sono sicuramente contrario all'accanimento terapeutico, ma per i casi di Alzheimer la legislazione non è precisa e se si sospendono i medicinali l'agonia è molto lunga.

Io so come prevenire l'alzheimer nel 30% dei casi, con acido folico e vitamina b12. Ma comunque fra 20 anni si prevede che i casi saranno quasi 2 milioni, 1 milione e mezzo se venisse utilizzato il mio metodo preventivo.

Per me va iniziato un dibattito pubblico che senza fretta, potrebbe durare anche due anni, arrivi a stabilire cosa sia accanimento terapeutico nei casi di alzheimer e se quindi non sia meglio l'eutanasia attiva.

Sembra un discorso da scialuppa di naufraghi con solo 20 posti, ma con 25 persone di cui 5 malate di alzheimer. E quindi facilmente tutti direbbero di lasciar giù i malati di alzheimer.

Non è un discorso in cui può decidere uno solo per tutti, va dibattuto a lungo e nel caso fatti esperimenti in nazioni pilota o in regioni pilota.

Sollevai il caso quando i malati erano 500 mila, ora sono un milione e presto saranno due milioni ( con tutte le patologie senili simili). Va dibattuto il problema.

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/



1 MILIONE DI CASI DI ALZHEIMER: E' ACCANIMENTO TERAPEUTICO? SERVE L'EUTANASIA?

In Italia ci sono 1 milione di malati di alzheimer che presto diventeranno due milioni. E' un tema delicato. Evidentemente si tratta di accanimento terapeutico, ma se si sospendono le cure l'agonia si protrae a lungo.

Se non basta sospendere i farmaci va praticata l'eutanasia attiva? Accanirsi è disumano.

Il Papa in proposito dice: "Gli interventi sul corpo umano diventano sempre più efficaci, ma non sempre sono risolutivi: possono sostenere funzioni biologiche divenute insufficienti, o addirittura sostituirle, ma questo non equivale a promuovere la salute. Occorre quindi un supplemento di saggezza, perché oggi è più insidiosa la tentazione di insistere con trattamenti che producono potenti effetti sul corpo, ma talora non giovano al bene integrale della persona".

Non è solo una questione di costi anche se 1 milione di pensioni di accompagnamento da 450€ al mese più le pensioni e le cure gravano di circa 70 miliardi sul bilancio pubblico, 70 mila euro a malato.

Quando diverranno 2 milioni il costo dell'alzheimer sarà di 140 miliardi l'anno, impossibile sostenere queste spese. Ma non è solo questo il problema.

E' accanimento terapeutico? Per me sì. Ma non si può lasciare in agonia una persona per giorni o settimane sospendendogli i farmaci e la nutrizione forzata. Quindi forse va praticata l'eutanasia attiva.

Il problema va dibattuto perchè ormai il problema è di tale dimensioni che può compromettere un intero paese.

Milioni di persone sono rovinate e fanno debiti per curare familiari malati di alzheimer. I malati non conducono vita dignitosa, spesso sono piagati. Gli stati sono a rotoli per le spese sanitarie e pieni di debiti.

Il tema va affrontato se si vuole salvare l'Italia e il mondo. I malati di alzheimer non sono sostenibili. Per me vanno fatte prove pilota in alcune regioni e capire cosa succede a sospendere le cure o a praticare l'eutanasia attiva.

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/

Ps: se andate in home page potete trovare alcune decine di miei articoli esclusivi con le mie campagne internazionali, le mie ricerche, le mie invenzioni come:

Smog ed Effetto Serra: denuncia a Polizia e Carabinieri per genocidio. Bisogna usare il Motore Schietti e l'auto ad idrogeno

La domanda più frequente sul Motore Schietti: perchè non fai un prototipo? Un prototipo per tutti!

Innalzamento dei mari e crollo del mercato immobiliare nelle zone litoranee - Serve il Motore Schietti

Auto ad Idrogeno di Schietti con 16 Serbatoi da 1 Litro - Nessun Rischio di Esplosione
7
La Serpentina di Schietti - 2500 litri di acqua potabile di condensa al giorno

La Centrale Geotermica di Schietti con Motore Stirling senza falde di acqua calda

Lavatrice e Lavastoviglie di Schietti ad Acqua ozonizzata senza Detersivi inquinanti e Acqua calda

Stop Pesticidi - Con l'Acqua Ozonizzata tutti i Cibi Bio - Rivoluzione in Agricoltura

Incendi Boschivi: Mini-Elicottero-Drone di Schietti con Idrante a Pioggia, 2 Eliche, Facilmente Ricaricabile

Effetto Serra: alcuni articoli di Schietti su Innalzamento mari, Desertificazione, Riserve di petrolio, Cicloni, Albedo, Permafrost, Invasione insetti

Le Proposte di Schietti contro la Deforestazione

I metodi più economici per stivare anidride carbonica e salvare il mondo dall'effetto serra

Divieto di caccia - Divieto di pallini al piombo - Milioni di avvelenamenti all'anno

Fame nel mondo: i metodi di Schietti per produrre cibo e acqua in abbondanza