Disoccupazione e Povertà: 1400 Europoints di Schietti a chi ha bisogno





- L'inventore del Motore Schietti spiega che non servono miliardi di poveri per avere lavoratori a buon prezzo - 

Il vero scopo del NWO è lasciare miliardi di persone in povertà in balia di guerra ed effetto serra per avere lavoratori disposti a tutto per avere i soldi necessari per comprare i beni primari  monopolizzati.

Ma non serve lasciare miliardi di persone in povertà per avere lavoratori volenterosi ed ubbidienti, la gente non sa che fare, il lavoro nobilita.

Con la robotizzazione non mancano merci e servizi e nemmeno lavoratori, mancano soldi. Con il principio economico che i soldi vadano dati ai lavoratori, non essendoci più lavoro, miliardi di persone moriranno di fame (o vivranno in povertà) con i magazzini pieni di cibo e di merci di ogni tipo. E in più miliardi di persone pronte ad offrire servizi che nessuno può pagare.

Vi faccio degli esempi.

Non mancano dentisti giovani molto bravi con lo studio vuoto, e nemmeno gente coi denti da curare. Mancano i soldi.

Non mancano auto usate in buono stato che finiscono dai rottamatori e nemmeno persone che le desiderano. Mancano i soldi.

Non mancano hotel con ottime proposte di vacanze anche a poco prezzo in bassa stagione e nemmeno gente che trascorrerebbe almeno un weekend in un agriturismo. Mancano i soldi.

Non mancano ristoranti che buttano via cibo in eccesso e nemmeno coppiette che andrebbero a cena insieme, o gruppi di amici che vorrebbero fare bisboccia. Mancano i soldi.

Ho centinaia di esempi di questo genere. Bambini che vorrebbero biciclette e bici dai rivenditori ferme da anni. Vestiti in saldo nei grandi magazzini e gente in coda che deve fare scelta oculate. Notebook nuovi, ma del vecchio modello, e gente col pc vecchio lento. Parrucchieri con le braccia incrociate e donne che vogliono sistemare i capelli. Spasimanti e fioristi che buttano mazzi di fiori. Idraulici e rubinetti che perdono. Macchine da revisionare e meccanici al bar. Maneggi con cavalli a poltrire e signorine che si farebbero una cavalcata.

Pensate a milioni di annunci di persone che vendono prodotti usati o fondi di magazzino in internet a poco prezzo. mancano i soldi. Sci usati, pattini usati, mobili usati, oggetti artistici, utensili, prodotti rubati, stock di invenduti.

E' evidente, ci sono lavoratori in eccesso  per via della robotizzazione, ma non mancano beni e servizi e quindi milioni di persone vivono in povertà perché mancano i soldi.

Il Presidente cinese alcuni anni fa asseriva che se anche avessero spostato tutte le produzioni del mondo in Cina non avrebbe saputo cosa far fare a 200 milioni di cinesi.

Come sapete, da tanti anni spiego che per la disoccupazione giovanile, i lavori che non vuole fare nessuno, o per le carenze di organico, va istituito il servizio civile di un anno retribuito, prorogabile di un altro anno, ma anche due o tre. A seconda delle richieste può essere reso obbligatorio con una penale per potersi esentare, o volontario, vanno fatte delle prove. Disoccupati o volenterosi adulti che ne facessero richiesta devono poter accedere ai benefici del servizio civile volontario almeno un mese all'anno secondo necessità o un paio d'ore al giorno, o un giorno alla settimana.

Ospedali, scuole, comuni, ferrovie, case di riposo, associazioni di volontariato, devono poter avere a disposizione volontari del servizio civile senza diminuire i propri organici, in più, per migliorare il servizio.

Al posto di soldi ai volontari del servizio civile possono essere dati buoni premio elettronici per acquistare beni in sovrappiù come vacanze in bassa stagione, biciclette per bambini, cinema di pomeriggio, biglietti dell'autobus o dei treni, ristoranti convenzionati, impianti sportivi, prodotti in saldo, merce in scadenza, articoli usati, merce rubata, servizi di ogni tipo. O anche per pagare tasse comunali, ticket sanitari, multe. I buoni premio elettronici vanno tassati automaticamente dello stesso valore dell'IVA ad ogni transazione in modo da rimpinzare la cassa dello stato e ridistribuirli a chi fa servizio civile. In UE li volevo chiamare Europoints e la cassa farla a livello europeo. Uno stipendio di 1400 Europoints al mese è quasi come 1400 Euro, sono comunque soldi. Non escludo mansioni da 1800-2000 Europoints al mese. Vanno assunti volontari che vogliono migliorare il curriculum e fatto circolare denaro, ma non essendonci Euro vanno dati Europoints. Se si libera un posto buono un volontario sarebbe sicuramente preferito rispetto ad altri.

Ai pensionati con la minima, ai disabili, alle neomamme, ai disoccupati cronici, ai lavoratori part time, a chi riceve sussidi, possono essere dati in più una quantità di Europoints per arrivare a 1400 complessivi al mese.

Supermercati, ristoranti, negozi, idraulici, dentisti, meccanici, parrucchieri, a propria scelta devono accettare Europoints fino al 10-20%, ma anche 40% dell'importo totale come se facessero uno sconto ai volontari, da spendere poi a propria volta per prodotti convenzionati. Volendo anche il 100%.

Un esempio sono molti supermercati che hanno buoni premio elettronici con cui comperare regali o avere sconti. Potrebbero avere una lista di prodotti in Europoints.

Un altro esempio potrebbe essere un meccanico che usando pezzi di ricambio usati accetta Europoints. O al limite se usa pezzi nuovi accetta parte in Euro per ripagarli e poi il resto in Europoints per la mano d'opera.

Possono anche essere aperti negozi specializzati in prodotti in Europoints che raccolgono stock di invenduti, prodotti in scadenza, fondi di magazzino, merce di seconda scelta.

Molte bancarelle nei mercatini non avrebbero problemi ad accettare Europoints.

Sport minori con spalti semideserti potrebbero accettare pagamento dei biglietti in Europoints.

Un panificio in orario di chiusura potrebbe accettare Europoints per il pane e le pizze avanzate.

Un professore che dà ripetizioni a studenti non avrebbe nessun problema ad accettare Europoints.

Non sono da escludere transazioni importanti per esempio nella compravendita di un appartamento se il venditore accetta il 20% in Europoints, 80 mila in Euro e 20 mila in Europoints. Idem per una grossa partita di merce.

Disponendo in cassa di Europoints accettati come pagamento, le aziende devono poter retribuire in Europoints dipendenti per ore di straordinario. Oppure un premio annuale ai dipendenti in Europoints invece dei fuoribusta. I redditi in Europoints non sarebbero da dichiarare con le tasse essendo già tassate le transazioni.

Le aziende devono poter accedere a spazi pubblicitari comunali appositi e su televisioni statali in Europoints in modo da poter spendere anche grosse cifre in campagne pubblicitarie. Anche aziende pubblicitarie private non è da escludere che accettino pagamenti in Europoints. Se un'azienda incassa 1 milione in Europoints volendo deve avere la possibilià di poterli spendere anche tutti in pubblicità. Anche 10 milioni.

Vanno previsti concordati fiscali per le aziende, i professionisti e i commercianti (soprattutto quelli piccoli) in modo che possano pagare alcune tasse in Europoints e quindi che gli risulti conveniente accettarli. Se per esempio hanno accettato 10 mila Europoints uno sgravio fiscale di 500 Euro pagabile con 500 Europoints.

Le associazioni di volontariato devono poter ricevere donazioni in Europoints senza la tassa automatica. La transazione deve essere pulita. In casi particolari devono poter ricevere dalla stato Euro in cambio di Europoints per spese documentate utili a migliorare il servizio.

Vanno pensati anche BTP in Europoints in modo che se un giovane ha lavorato 3 anni al servizio civile ed ha risparmiato 30 mila Europoints non si svalutino e abbia un gruzzolo con cui magari andare in vacanza tutta la vita in bassa stagione. Ottimi anche per chi rischia di accumularne troppi. Si può studiare anche un 0,05% di interessi in Euro, ma vanno fatte prove. Con un milione in BTP in Europoints sarebbero 500 Euro all'anno di interessi. Oppure un tasso d'interesse al 3% in Europoints.

Per investitori e collezionisti si possono coniare anche monete in lega d'argento acquistabili con 50 o 100 Europoints dal costo effettivo di 5 e 10 Euro in argento, rimborsabili in qualsiasi momento con la cifra corrispondente in Europoints. Col tempo acquisirebbero valore anche in Euro come pezzi da collezione.

Certamente per far rientrare nella cassa dello stato gli Europoints vanno pensate anche lotterie e gratta e vinci in Europoints con il primo premio in Euro per invogliare. Si può immaginare che ogni anno almeno 20 miliardi in Europoints possano rientrare solo con le lotterie dando premi per massimo 1 miliardo in Euro. Si possono fare anche slot machine e casinó in Europoints.

Ogni intestatario di un conto in Europoints deve avere anche 2-4 tessere elettroniche per i propri familiari in modo che tutti ne possano usufruire.

Chiunque in caso di bisogno di Euro potrebbe facilmente trovare un parente o un amico che gli cambia 100-200 Europoints in Euro.

Vanno fatti esperimenti per capire la cifra giusta da dare ai bisognosi comprensiva di altre entrate in Euro, se 1400 o 1200 o 900 in modo che risulti conveniente andare a lavorare se si trovasse un lavoro in Euro. Bisogna vedere anche nella pratica quanti Europoints tornano indietro con la tassazione automatica e quindi che possono essere redistribuiti senza inflazionare.

Bisogna studiare anche i rischi di accumulo anche se chi ne ha troppi semplicemente non li deve più accettare. O al massimo andare a giocarli al casinò divertendosi qualche sera. O nel caso di aziende investire in pubblicità. Oppure ci sono i BTP e le monete d'argento. Credo ci saranno anche molte donazioni ad associazioni di volontariato sapendo che possono convertirli in Euro.

Sembrano una stupidata gli Europoints, ma è un circuito economico che potrebbe far crescere l'economia del 30-40% anche nel caso i commerci in Euro si riducessero di alcuni miliardi.

Non serve lasciare miliardi di persone in povertà in balia di guerra e cambiamento climatico per avere lavoratori obbedienti a buon prezzo. Il reddito d'inclusione non è sbagliato, va garantito un reddito minimo ai bisognosi. Il reddito di cittadinanza se elevato a molti fa un po' ridere perchè si dovrebbero pagare persone per stare a casa a fare niente e con la robotizzazione potrebbero diventare troppi. Forse vanno assunte altre persone nei servizi pubblici pagate in Euro per ridurre la disoccupazione. Ma con gli Europoints in Italia si può dare reddito a 5-10 milioni di persone, con gli Euro massimo si possono assumere 1 milione di part time nei servizi pubblici, che non sarebbe sbagliato, ma servirebbero Euro veri. E rimarrebbero comunque altri 2-3 milioni di poveri. Con il reddito di cittadinanza massimo si darebbe 700-800 Euro, non 1400. É forse in realtá 400-500 o addirittura 300.

Giá nel 2001 distribuivo a Milano cartoline da inviare a Prodi presidente UE per chiedere il reddito di cittadinanza a livello europeo. Ma dal 2009 ho inventato gli Europoints e sono meglio anche se non é da escludere che possano essere dati ai più bisognosi senza nessun reddito anche 200-300-400 in Euro.

Possono essere fatti anche i monasteri moderni schiettisti. Con la robotizzazione, i lavori part time, i lavori occasionali, i lavori stagionali, milioni di persone non hanno soldi per vivere da soli o sposarsi. Non si tratta proprio di disoccupati. Hanno un lavoro o trovano dei lavoretti, ma non guadagnano tanto e quindi è meglio che vivano in comunità con altri,  ricevendo anche un aiuto in Europoints, vedi http://domenico-schietti.blogspot.it/2015/09/il-monastero-schiettista-la-comunita.html

Si possono anche prepensionare 500 mila lavoratori anziani vicino alla pensione se al loro posto viene assunto un giovane. E al pensionato un compendio in Europoints pari allo stipendio per il periodo rimanente alla pensione.

Siamo ad un passo decisivo della storia. Ora è chiaro quale fosse il progetto del NWO. Non serve essere parte del gruppo degli "Illuminati" ai vertici della Piramide per capire cosa voglia ottenere il potere. Nessuno è più d'accordo. Milioni di persone che hanno aderito al progetto della globalizzazione selvaggia non sono più d'accordo e il prezzo della loro corruzione cresce ogni giorno di più.

Vogliamo prodotti buoni, utili, ecologici, etici, basta guerra, effetto serra e povertà! No terrore! No ultimo fiume, ultimo pesce, ultimo albero! Vogliamo gli Europoints!

Grazie dell'attenzione.

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/

Ps: se andate in home page potete trovare alcune decine di miei articoli esclusivi con le mie campagne internazionali, le mie ricerche, le mie invenzioni come:

Smog ed Effetto Serra: denuncia a Polizia e Carabinieri per genocidio. Bisogna usare il Motore Schietti e l'auto ad idrogeno

Auto ad Idrogeno di Schietti con 16 Serbatoi da 1 Litro - Nessun Rischio di Esplosione

La Serpentina di Schietti - 2500 litri di acqua potabile di condensa al giorno

Lavatrice e Lavastoviglie di Schietti ad Acqua ozonizzata senza Detersivi inquinanti e Acqua calda

Stop Pesticidi - Con l'Acqua Ozonizzata tutti i Cibi Bio - Rivoluzione in Agricoltura

Alzheimer trovata la cura preventiva: Acido Folico e Vitamina B12

Incendi Boschivi: Mini-Elicottero-Drone di Schietti con Idrante a Pioggia, 2 Eliche, Facilmente Ricaricabile

Effetto Serra: alcuni articoli di Schietti su Innalzamento mari, Desertificazione, Riserve di petrolio, Cicloni, Albedo, Permafrost, Invasione insetti

Le Proposte di Schietti contro la Deforestazione

I metodi più economici per stivare anidride carbonica e salvare il mondo dall'effetto serra

Divieto di caccia - Divieto di pallini al piombo - Milioni di avvelenamenti all'anno

Fame nel mondo: i metodi di Schietti per produrre cibo e acqua in abbondanza