Spread, Rating, Default: le 20 Proposte di Schietti per sanare il debito pubblico e rilanciare l'economia














Le agenzie di rating hanno declassato l'Italia. I nostri titoli rischiano di diventare "spazzatura". Banche ed assicurazioni non potrebbero tenerli per statuto, sarebbero carta straccia, lo spread volerebbe ad oltre 800, ci sarebbe default.

In breve le mie 20 proposte per rilanciare l'economia e risanare il bilancio, per salvare l'Italia dal default inevitabile:

1) Motore Schietti per produrre energia: niente effetto serra, niente debito estero per comperare petrolio, costo dell'energia dimezzato, prodotti nazionali più competitivi, rilancio del settore costruzioni con investimenti di oltre 500 miliardi nelle torri del Motore Schietti, niente disoccupazione, bollette meno care, rilancio dei consumi, acqua dissalata, condensata o riciclata per tutti, idrogeno per auto con gli eccessi di energia notturna. Vedi spiegazione tecnica https://domenico-schietti.blogspot.com/2016/05/motore-schietti-energia-per-tutti-no.html

2) Rilancio dell'agricoltura con l'idroponica: ormai in Sicilia, Calabria, Puglia, Sardegna piove quasi solo con temporali e sarà sempre peggio con l'effetto serra. Ma è così anche in Pianura Padana. Sarà tipo stagione delle piogge in Africa. Non sarà più possibile coltivare in suolo. Servono serre con impluvio per la raccolta dell'acqua piovana e coltivazione fuori suolo in idroponica. Si risparmia il 97% di acqua. Quando ha piovuto e si ha acqua nei serbatoi si coltiva, poi si aspetta di avere di nuovo i serbatoi pieni. Garantiti 3-4 raccolti l'anno (fra i possibili prodotti i germogli di soia a prezzo stracciato che possono nutrire milioni di persone sostituendo la carne di allevamenti intensivi importata). Si possono finanziare almeno 1000 imprenditori agricoli prestandogli i soldi da rendere in 20 anni come il mutuo di una qualsiasi casa. Costo dell'operazione niente perché il business è sicuro. I soldi possono anche essere dati dalle banche con il governo come garante e l'UE che finanzia in parte l'operazione. Il piccolo agricoltore diplomato in agraria non ha il modo di farseli prestare. Se verrà dato il Motore Schietti e si produrrà acqua dissalata, riciclata o di condensa, senza dubbio si avrà acqua tutto l'anno. Al limite si possono realizzare delle Serpentine di condensa solare utilizzando acqua di mare portata con camion cisterna, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/2500-litri-di-acqua-potabile-di.html. Inoltre con l'uso di acqua ozonizzata invece dei pesticidi tutta la frutta e verdura sarebbe bio, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/stop-pesticidi-con-lacqua-ozonizzata.html

2 bis) farro e superfoods: per rilanciare l'agricoltura bisogna anche promuovere il consumo di farro ( 15% proteine) invece di frumento (11%) e riso (6%). Il farro abbinato ai legumi é un superfood meglio della carne e quindi si possono ridurre le importazioni di carne, pesce, cereali, soia e mangimi. Per sostituire la carne sono ottimi anche quinoa 14% proteine, amaranto 14% proteine, grano saraceno 13% , canapa 27%, e farina di mais 7% o di miglio 12%, abbinati a farina di ceci 19%. Per cominciare vanno introdotti nelle mense scolastiche e comunali. Essendo prodotti bio possono ricevere anche un sostegno o una detassazione o promozioni periodiche. Vanno venduti nei supermarket a prezzo monitorato sia in forma di semi che di farina. Si ridurrebbero obesità, tumori e malattie cardiovascolari riducendo le spese sanitarie. La carne non è sostenibile anche per l'effetto serra, e il consumo di acqua e suolo. Il mercato sta in piedi solo con sovvenzioni UE e lavoratori stranieri. I superfoods invece sono prodotti organoletticamente migliori e biologici che aiutano i piccoli agricoltori, ideali per rotazioni del suolo o terreni poveri. Per approfondire vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/vegani-vegetariani-semivegetariani.html

2 ter) I superfood sono ottimi da coltivare anche per comunità rurali abbandonate di Alpi e Appennini perchè richiedono poca acqua, concimi e pesticidi. Per i piccoli paesini di montagna ottime anche le produzioni di mandorle, noci, nocciole, miele, fichi secchi, castagne, olivi, funghi, frutti di bosco, legni pregiati, pellet (pulizia dei boschi), canapa, uova biologiche. Fra le altre cose ogni anno l'Italia importa frutta secca per circa un miliardo di euro. Si tratta di un business considerevole che complessivamente può ridare reddito a decine di migliaia di italiani nelle valli. 

2 quater) aprire un ristorante vegano "all you can eat" in ogni cittá d'Italia per un totale di 1000 ristoranti che se si convertono possono essere date facilitazioni. Sconto 15% per le donne e 30% per i bambini. Oppure a peso del piatto.

3) Eutanasia per i malati di Alzheimer: sono oltre 600 mila, quasi un 1 milione complessivamente con Parkinson ed altre forme di demenza senile. Costano mediamente 70 mila euro l'uno, circa 70 miliardi l'anno. Si tratta di accanimento terapeutico nella maggioranza dei casi. Fra pochi anni saranno due milioni, quindi 140 miliardi. Con le nuove cure per cancro e cardiopatie diverranno anche 3-4 milioni. Impossibile, oltre 250 miliardi per accanirsi su dei poveretti. Le famiglie senza i poveretti tornerebbero a spendere e divertirsi invece di rovinarsi in badanti, case di riposo, medicine. Il costo delle assicurazioni sanitarie probabilmente dimezzerebbe. Bisogna dibattere il tema fino a capire in che momento smettere l'accanimento e in che modo, per esempio rendendo obbligatorio il testamento biologico, migliorando l'assistenza a domicilio per malati terminali con cure palliative e facilitando i permessi sul posto di lavoro per i familiari in particolare quando la Vidas ha preso in carico il malato. I medici di base devono avvertire i parenti dei malati che possono ricorrere alla Vidas ( o altri appositi) non solo per tumori all'ultimo stadio, ma per alzheimer e marasmi senili, senza accanirsi in case di riposo e ospedali. E non dimentichiamoci che con acido folico e la vitamina B12 si riducono del 30% i casi di Alzheimer, e c'é anche la vitamina J, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/alzheimer-trovata-la-cura-preventiva.html

4) Lotta all'evasione: innanzitutto pagamenti istantanei col cellulare senza addebiti come in Svezia e senza abolizione del contante perchè se no utilizzerebbero tutti monete d'oro, argento, rame, banconote estere, bitcoin, si tornerebbe al baratto segnando sul conto o all'utilizzo di carte prepagate intestate al debitore, o paypal o buoni amazon. Poi tassa sul prelievo di contanti del 10%.

5)  Ottimizzazione dei servizi: abbiamo le tasse più alte ed i servizi peggiori in UE. Ogni anno ridurre complessivamente minimo di 3 miliardi le spese fino ad arrivare al pareggio in bilancio. E perciò una squadra mista di tecnici italiani e stranieri che suggeriscano dove effettuare i tagli e dove apportare i miglioramenti.  Una consulenza di 3 mesi (rinnovabile) durante i quali girano l'Italia ed ispezionano le strutture.

6) Europoints in integrazione al reddito di cittadinanza: circuito economico da 20 miliardi l'anno in buoni elettronici per prodotti in eccesso e servizi in esubero (cinema di pomeriggio, prodotti in scadenza, vacanze in bassa stagione, ristoranti vuoti, prodotti usati, stock di invenduti, treni di notte, servizi inutilizzati... ). Ottimi per volontari del servizio civile, giovani disoccupati, disabili, pensionati con la minima, neomamme e disoccupati cronici, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/europoints-e-servizio-civile.html

7) BTP europeo: per limitare le emissioni di governi scialacquoni va fatto il Btp europeo e suddividere fra gli stati le entrate. Ottime anche le obbligazioni europee come i Recovery funds. Il MES, il fondo salvastati, invece non c'è nessuna fretta, andrebbe fatto massimo di 1 miliardo l'anno per 10 anni cosí via via si accumula un fondo di sicurezza, ma con il Motore Schietti e le mie proposte non c'é nessun pericolo di crisi. Inoltre con le emissioni di Btp a livello europeo non c'é rischio di pagare gli interessi di nessun BTP a tasso elevato emesso dai singoli stati con il fondo salvastati. Il Quantitative Easing non va bene così com'è. Vanno dati soldi in quote proporzionali ai singoli stati a fondo perduto senza fargli aumentare il debito. E solo chi ne vuole di più ricorre al QE. E quindi in quote propozionali azzerare il debito giá contratto dai singoli stati con il QE.

7 bis) Con la crisi del Coronavirus bisogna aggiungere il Btp di Schietti nel caso non bastassero i fondi UE. Con il Btp di Schietti non si crea inflazione. Chi non vuole pagare una tassa patrimoniale compra dei Btp inflationed link che al massimo rivende, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2020/04/il-btp-di-schietti-per-salvare-il-mondo.html

7 ter) Prestito a famiglie in difficoltà: in base alla dichiarazione dei redditi del 2019 non si può capire se qualcuno é entrato in crisi per il coronavirus. Quindi vanno pensati prestiti dello stato di almeno 5000 euro a famiglia, di 1000 euro a neomamme e donne incinta, 1000 per pagamento tasse universitarie e libri scolastici, 300 per bollette arretrate, a chi ne facesse richiesta. Poi in base alla dichiarazione dei redditi 2020, 2021, 2022, 2023 capire se quei soldi vanno restituiti in 10 anni in comode rate senza interessi o vanno lasciati e semmai aiutare ulteriormente con il reddito di cittadinanza ed altre forme di previdenza, vedi https://www.facebook.com/motoreschietti/posts/2574797742780214

7 quater: con i 209 miliardi di aiuti Ue all'Italia per il Covid dare 3500 € a italiano da spendere in 3 mesi invece che aiutare i ricchi che comprano auto in sconto, che spendono grosse cifre con le carte di credito, che ricevono detassazioni e finanziamenti a fondo perduto. Ci sarebbero subito 40 miliardi rientrati con l'Iva. Se anche i successivi 3 passaggi fossero accreditati su un app da spendere entro 3 mesi in Italia, in un anno oltre 120 miliardi rientrebbero subito in tasse. Il Pil crescerebbe di 600 miliardi circa.

8) Cannabis legale: la cannabis non crea dipendenza ed assuefazione a differenza di eroina, cocaina e oppiodi (oltre 60 mila morti per overdose all'anno in USA). Nessuno è mai morto per una canna, nessuna ha mai fatto debiti per uno spino anche se riduce del 30% le capacitá psicofisiche. Non c'è nessun rischio a legalizzarla fissando un limite al THC (inasprendo le pene invece per le droghe pesanti). Bisogna segnare bene il limite tra il consentito e l'illegale. Ci sono 6 milioni di consumatori che vivono ai margini della legalità e ci sarebbero forse 7-10 miliardi di fatturato annuo con 100 mila posti di lavoro, colpendo le narcomafie. Pensate solo all'export di varietá esclusive di maria ed haschish made in Italy. Diversamente almeno 40-50 mila spacciatori percepirebbero il reddito di cittadinanza come disoccupati e si spenderebbe almeno un miliardo in galera, processi e indagini contro lo spaccio. Nei paesi in cui é legalizzata non é cresciuto il numero di consumatori. Inoltre la cannabis illegale spesso é modificata geneticamente o contiene sostanze chimiche che la rendono pericolosa per la salute di milioni di persone. Peró in ogni caso non va incentivato il consumo come con alcool e sigarette che sono legali, ma causano decine di migliaia di morti l'anno. Ci deve essere anche una sovrattassa come per le sigarette. Ed ovviamente con le varietá senza THC, come la canapa sativa industriale, produzione di cellulosa, fibre tessili, cibo, olio, mangimi.

9) Sovratassazioni e sovvenzioni ingiuste: molti prodotti sono evidentemente dannosi o fanno concorrenza sleale o si prestano ad essere sovratassati e spesso sono addirittura sovvenzionati ingiustamente. Quindi armi, petrolio, gas, carbone, pesticidi, lavatrici a detersivo, carta e legname di foreste vergini,  carne di allevamenti intensivi, Amazon, cannabis, alcool, sigarette, slot machine, plastica, junk food, omega 3 di pesce, cotone, farmaci di marca, ticket sanitari, processi... Vanno tassati in maniera adeguata favorendo altri prodotti utili come Motore Schietti, lavatrici ad acqua ozonizzata, pesticidi ad acqua ozonizzata, vegetarianesimo, carne bio, omega 3 vegetali, fibra di canapa, carta ecologica o riciclata, legnani coltivati ecologici, metodi anticoncezionali, giustizia tramite arbitrati, assicurazione sanitaria, farmaci generici... Un esempio nitido è Amazon e altri venditori on line. La gente va a provare i prodotti nei negozi facendo perdere tempo ai commercianti, e poi comperano su Amazon risparmiando il 10-15%. Non è giusto. Un altro esempio sono le sovvenzioni a combustibili fossili, carne e latte di allevamenti intensivi che causano effetto serra. Andrebbero invece tassati adeguatamente per favorire i prodotti alternativi o per lo meno non sovvenzionati. Nelle mense scolastiche, e nelle mense comunali per esempio vanno inseriti piatti proteici  vegani biologici nostrani come farro (invece di riso e frumento importati) con abbinati legumi, e poi superfoods come quinoa e grano saraceno e quindi banditi carne e pesce di allevamenti intensivi o importati. Un altro esempio sono i ticket sanitari. Andrebbero aumentati ancora un pochino in base al reddito per favorire le assicurazioni sanitarie. Oppure fare un piccolo canone annuale in base al reddito per accedere alla salute pubblica a cui sono esentati i possessori di assicurazioni sanitarie. E comunque non ci devono essere esenzioni totali, per esempio nel caso di farmaci anche solo 30 centesimi, ma qualcosa va fatto pagare. Un altro esempio sono i farmaci generici che ridurrebbero i costi della sanità di oltre 1 miliardo e quindi chi non li vuole deve pagare la differenza con il farmaco di marca piú costoso. 

9 bis) C'é da notare che il 30% delle persone contrae un tumore nel corso della sua vita e che i tumori incidono del 5% sul Pil. Presto saranno il 50-70% incidendo anche del 10% e quindi bisogna in ogni modo disincentivare prodotti che causano smog, inquinamento, poi pesticidi, detersivi, plastica, carne intensiva bruciacchiata, cibi cotti sopra il punto di fumo dei grassi, sigarette, alcool, junk food, o sovrattassarli per recuperare le spese mediche che causano. Poi attivare un sistema preventivo con visite mediche obbligatorie oltre i 40 anni in cui si venga invitati a cambiare stile di vita ed avere suggerimenti su tutti i metodi preventivi. E quindi incentivare le capsule di polvere di germogli di broccoletti col 10% di sulforafano che prevengono il 60% dei tumori, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/stop-cancro-le-proposte-di-schietti.html

9 ter) una voce importante del bilancio delle spese sanitarie è l'ossigeno, circa 2,4 miliardi fra ospedali e 125 mila pazienti a domicilio. Bisogna sostituire il vecchio sistema delle bombole da ricaricare. Bisogna usare i concentratori di ossigeno che usano l'ossigeno presente nell'aria separandolo dagli altri gas con solo una modica spesa di corrente, riducendo i costi a massimo  50-100 milioni. Un concentratore di piccole dimensioni costa da 200 a 1000 euro e dura anni.

9 quater) una voce non grande del bilancio, ma che incide molto sulla qualitá della vita sono i 200 mila aborti ogni anno. Servono spirale al rame, Pearly 2, preservativi, sterilizzazione e pillola a basso dosaggio per ridurre aborti e gravidanze non desiderate, gratis per tutti. La spirale di rame ha un costo esiguo e durata 5 anni ed ha il 95% di efficacia (su 100 donne nel corso di un anno 5 rimangono incinta). Spirale e coitus interruptus insieme hanno un efficacia quasi del 99,9%. Siccome la spirale di rame ha effetti collaterali sul 20% delle donne, va aggiunto come metodo sovvenzionato il Pearly 2, con la misurazione sublinguale della temperatura per stabilire scientificamente i giorni fertili e quelli in cui si può fare sesso liberamente. Il Pearly 2 ha un'efficacia del 96% e si può copulare per 15 giorni al mese circa. Il Pearly 2 con il coitus interruptus ha un indice di sicurezza quasi del 99,9%. Il Pearly 2 potrebbe essere migliorato con un App sul cellulare in cui inserire la misurazione sublinguale riducendo i costi di produzione e il consumo di pile permettendo lauti guadagni con le pubblicità di prodotti femminili.  Mentre la pillola che ha il 92% di efficacia ed altri metodi ormonali (che diminuiscono la libido e al 70% delle donne non piacciono perchè fanno ingrassare, o fumano, o bevono o hanno vene varicose), darli gratuitamente come medicina a donne con flusso copioso o dolori mestruali lancinanti per aiutarle a tornare a vivere normalmente. La pillola con il coitus interruptus ha un'efficacia del 99,9%. La pillola ha una percentuale di errore da parte di chi la utilizza dell'8%, la spirale del 5%, il Pearly 2 del 4%, e quindi valutazioni del 99,6% o 99,4% sono solo teoriche per aumentare le vendite. Il Pearly 2 non va bene per chi vuole copulare anche nei giorni fertili. A donne oltre i 30 anni che hanno giá avuto il numero di figli desiderato bisogna proporre la sterilizzazione in ospedali pubblici in alternativa a spirale e Pearly 2. Infine nelle farmacie può essere introdotto il preservativo pagato (uno) per chi ne facesse richiesta insieme ad un volantino sui metodi anticoncezionali. Il preservativo ha il 92% di efficacia. Preservativo con coitus interruptus 99,9%.

10) F-35: fermare l'acquisto di 90 Loockeed F-35 per 50 miliardi non essendoci penale in base ad una sentenza della Corte dei Conti confermata da numerosi media essendoci oltre 5 anni di ritardi e che il costo è raddoppiato. L'intenzione forse è di dare lavoro ad alcune migliaia di operai dato che verrebbero prodotti in parte a Cameri in Italia. Bisogna puntare ad una difesa comune europea per comprare fra tutti 90 aerei, non 90 ciascuno. Massimo 180 fra tutti e quindi noi massimo 30 o 40. E quindi in generale riduzione delle spese militari incentivando la Dottrina di Schietti per stipulare accordi internazionali per ordinare civilmente il mondo in pace stabilendo dove viviamo ed organizzandoci di conseguenza vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2016/05/la-dottrina-di-schietti.html

11) Elusione fiscale: molte aziende, soprattutto multinazionali, hanno sedi fittizie in paesi europei con tassazioni bassissime (Lussemburgo, Olanda, Belgio, Irlanda, Malta). Un indagine condotta da importanti media calcola che il danno a livello europeo sia di centinaia di miliardi. Con trucchi legali gli utili vengono fatti registrare nei paradisi fiscali e le perdite nei paesi in cui effettivamente operano. Oppure le aziende sembrano operare dall'estero, ma il servizio viene erogato in Italia come facevano Google e Facebook, con sede a Dublino, ma pubblicità on line esposta in Italia. Vanno presi accordi europei per impedire l'elusione fiscale e recuperare in Italia almeno 10 miliardi con una legislazione adeguata a cui le aziende accettino di adeguarsi. Se le attivitá economiche sono svolte in Italia, le tasse vanno pagate in Italia.

11 bis) Sapendo che con le mie proposte nel giro di 15 anni le tasse saranno ridotte almeno del 10%, scendere ad accordi con aziende che hanno portato gli uffici o le produzioni all'estero, che se riportano tutto in Italia, per 15 anni pagheranno il 12% in meno di tasse. Valido solo per le aziende che pagavano le tasse all'estero prima dell'entrata in vigore della legge.

11 ter) arrivare a pagare in tutta l'UE le stesse tasse e suddividere gli introiti in base alle necessità in tutti gli stati.

12) Giustizia lenta: vanno attuate delle riforme per velocizzare la giustizia, una delle principali cause del ristagno dell'economia e del deficit pubblico. Ho 7 proposte, l'abolizione del terzo grado di giudizio nel 90% dei casi, ampliamento delle competenze dei giudici di pace, obbligatorietá dell'arbitrato per determinati casi, ricorso piú frequente al patteggiamento, abolizione della prescrizione, aumento delle spese processuali per recuperare soldi ed assumere più  giudici, non obbligatorietá a procedere per casi minori, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2016/09/giustizia-lenta-le-7-proposte-di.html

13) Monastero Moderno Schiettista: la comunità per la vita d'insieme e trasformare in risorse milioni di persone sole che non riescono a vivere nella società competitiva e si trasformano in costi come disoccupati, pensionati, disabili, artisti, diversi,  asceti, esuberi, divorziati, comunitaristi, hikokomori, chi non vuole figli, ecc, mentre tutti assieme possono svolgere mansioni utili per la società o perlomeno aiutarsi reciprocamente senza gravare sul bilancio pubblico, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2015/09/il-monastero-schiettista-la-comunita.html

14) Aumento PIL: Una splendida idea per aumentare il PIl di 80 miliardi il primo anno, e poi negli anni successivi di 20-30 miliardi. La vendo per 200 mila euro per non bruciarla in modo che terzi interessati possano acquistarla e darla al governo, non a mio nome, se il problema fossi io a causa dell'invenzione del Motore Schietti. Ci sarebbe un grosso aumento dei consumi con un semplice trucco, senza fare sovvenzioni e senza ridurre le entrate dell'erario con detassazioni. Una corsa ai consumi per circa 3 mesi e poi da rifare gli anni successivi per 15 giorni.

15) Made in Italy: Un colpo di genio per aumentare l'esportazione di prodotti Made in Italy di almeno 10 miliardi l'anno, forse 20 o 30. Alla lunga può essere anche 70 miliardi. Che idea, bellissima. La vendo per 200 mila euro per non bruciarla in modo che terzi interessati possano acquistarla e darla al governo, non a mio nome, se il problema fossi io a causa dell'invenzione del Motore Schietti. Non avrebbe nessun costo, un vero colpo di genio per sensibilizzare milioni di persone straniere già appassionate dell'Italia. Un trucco a costo zero con milioni di persone già interessate al Made in Italy.

16) Turismo: un'idea per aumentare i turisti in Italia. Almeno 3 milioni di turisti in più. Un milione di italiani che prima andavano all'estero e 2 milioni di stranieri che prima non venivano mai in Italia. E tanti li riesco a indirizzare in luoghi poco utilizzati dal turismo di massa, o in bassa stagione. La vendo per 200 mila euro per non bruciarla in modo che terzi interessati possano acquistarla e darla al governo, non a mio nome, se il problema fossi io a causa dell'invenzione del Motore Schietti. Non avrebbe nessun costo. Il turismo in Italia viene agevolato anche con la proposta 14 e la 15.

17) Lotteria UE: L'UE ha bisogno di soldi per finanziare la ripresa, sta dando soldi a tutti, ma non bastano mai. In tutte le 27 nazioni in area Euro messe assieme si possono fare 50 miliardi all'anno. Ma deve essere solo telematica con biglietti comprati col cellulare. Biglietti da 1, 2, 3, 5, 10, 20, 50, 100 euro comprati col credito del cellulare o pagamenti istantanei telematici. Una lotteria a lunga scadenza, tipo 31 dicembre, per dare tempo a tutti di comprare senza fretta. E sullo stesso sito anche gratta e vinci e altri giochini istantanei o settimanali, slot machine e casinò. Giocata massimo di 100 euro al giorno per evitare febbre da gioco e massimo 5000 euro complessivi all'anno per giocatore. Sul sito descrizione dei progetti che verranno finanziati. Pubblicitá alla televisione col progetto che si vuole finanziare. Deve essere chiaro che sia una forma di donazione sotto forma di gioco. Un modo diverso di donare. Progetti chiari come cibo per i poveri, reddito di cittadinanza, medicine, prodotti per bisognosi. Bisogna convogliare sul sito Ue milioni di giocatori abituali invece che lasciarli andare su siti ambigui gestiti da mafie che non pagano le tasse, con evidenti trucchi per truffare i clienti. Jackpot finale non tutto ad uno solo. Se fosse 60 milioni, 1 milione a 60 persone. Se l'UE non volesse farlo sito nazionale italiano.

18) Buche nelle strade: ho trovato un metodo per finanziare la riparazione delle buche nelle strade nei comuni italiani. Dovrebbe essere possibile recuperare la totalità dei costi di manutenzione del suolo stradale. Credo si tratti di almeno 4 miliardi in tutta italia. Vendo l'idea per 200 mila euro per non bruciarla in modo che terzi interessati possano acquistarla e darla al governo, non a mio nome, se il problema fossi io a causa dell'invenzione del Motore Schietti

19) Riduzione delle nascite: ho un'idea molto semplice per far crescere la natalità in Italia e nei paesi in cui sta diminuendo e nello stesso tempo ridurla nei paesi dove invece sta crescendo. Il costo è zero, è automatico. In Italia nel 2035 a causa della riduzione della natalità il PIL diminuirà del 10% e nel 2050 del 20%. Il default sarà inevitabile. Introdurre 10 milioni di immigrati che sostituiscano gli Italiani non è la soluzione. La vendo per 200 mila euro per non bruciarla in modo che terzi interessati possano acquistarla e darla al governo, non a mio nome, se il problema fossi io a causa dell'invenzione del Motore Schietti. Non avrebbe nessun costo. E' semplicissimo, non si tratta di sovvenzioni alle famiglie con figli.

20) Verde pubblico e parchi: ho trovato un metodo per finanziare verde pubblico, giardini, parchi, aiole. Dovrebbe essere possibile recuperare la totalità dei costi di manutenzione del verde pubblico. Credo si tratti di almeno 2 miliardi in tutta italia. Vendo l'idea per 200 mila euro per non bruciarla in modo che terzi interessati possano acquistarla e darla al governo, non a mio nome, se il problema fossi io a causa dell'invenzione del Motore Schietti

Ma nessuna di queste proposte verrà adottata, l'Italia farà default, sarà psicosi di massa, ci sarà povertà per tutti come in Grecia ed Argentina, ogni giorno più vicini all'Apocalisse climatica, vedi https://domenico-schietti.blogspot.com/2016/09/la-fine-del-mondo-avverra-per-il.html .

Domenico Schietti
https://domenico-schietti.blogspot.com/