Auto ad Idrogeno di Schietti con 16 Serbatoi da 1 Litro - Nessun Rischio di Esplosione



- E' identica ad un auto a metano con motore a scoppio, ma ha 16 piccoli serbatoi corazzati per ridurre i rischi di esplosione - No smog - No Effetto Serra -

L'idrogeno è un gas come il metano, quindi per produrre una macchina ad idrogeno serve una meccanica uguale precisa identica alle auto a metano.

Però l'idrogeno è molto più potente del metano ed ha una potenza esplosiva molto maggiore.

Quindi le macchine ad idrogeno vengono boicottate perchè non si possono realizzare serbatoi da 15-20 litri per l'alto rischio di esplosione.

La soluzione è semplice, vanno fatti 16 serbatoi da 1 litro ( o al limite 0,9 o 0,8 litri) per avere un'autonomia pari ad un serbatoio di metano da 30 litri, quindi almeno 300-450 km a seconda dei modelli.

L'idrogeno è facilmente producibile per elettrolisi dall'acqua con l'energia del Motore Schietti  ( vedi https://domenico-schietti.blogspot.it/2016/05/motore-schietti-energia-per-tutti-no.html ).

Le auto ad idrogeno non emettono gas inquinanti. Niente effetto serra, e niente smog. Lo smog solo in UE causa 467 mila morti l'anno secondo l'Agenzia Europea dell'Ambiente.

Con pilota automatico, aria condizionata, abs, air bag. finestrini elettrici, chiusura centralizzata, il costo di una macchinetta ad idrogeno sarebbe sui 15-18 mila euro, come un auto a metano o a GPL.

Anche i distributori di idrogeno dovrebbero avere 16-32 cisterne ben distanziate con cui rifornire le pompe. E così i camion cisterna, 16-32 reparti in cui stivare l'idrogeno da trasportare ai distributori. In alternativa l'idrogeno puó essere prodotto e stoccato direttamente ai distributori.

Le moto ad idrogeno con serbatoi da 2,5 litri di capienza complessiva avrebbero autonomia di 150-200 km.

Mentre le auto ad idrogeno a celle combustibili sarebbero care, si andrebbe a non meno di 30-35 mila euro e rimarrebbe il problema del costo dell'idrogeno liquido che è molto elevato, il doppio dell'idrogeno gassoso perchè bisogna portarlo a 200 gradi sotto zero.

Con il mio sistema dei 16 serbatoi una macchina ad idrogeno economica con buona autonomia è possibile, e con il Motore Schietti c'è l'energia per produrre idrogeno. Tempo fa la Fiat aveva fatto degli esperimenti sul modello Multipla a metano alimentate ad idrogeno, aveva esposto i prototipi a varie fiere e funzionavano benissimo, ci sono ancora tracce su google. Molte auto a  metano a lunga percorrenza sono già dotate di 4 serbatoi, ne vanno fatti 16. Un serbatoio di idrogeno da 1 litro é 10 volte meno pericoloso di uno a metano da 20 litri. Con le valvole di sfiato il rischio é praticamente inesistente.

Non sono da escludere Citycar a 2 posti con 8 serbatoi anche da 0,7 litri, meno di 1 litro.

Per impedire che la gente si produca l'idrogeno in casa con rischi di esplosione secondo me va venduto ai distributori senza accise, e poi aumentato il costo del bollo di circolazione in base alla percorrenza chilometrica certificata da una scatola nera come quella delle assicurazioni.

Il costo dell'idrogeno prodotto con il Motore Schietti sarebbe circa cinque volte minore di quello attuale perché il prezzo dell'energia non solo dimezzerebbe, ma di notte ci sarebbero enormi quantità di energia in esubero con la quale produrre idrogeno per non sprecarla.

Le auto con batterie elettriche al litio sono da scartare per l'alto costo determinato dalla scarsità di litio (0,0007% della crosta terrestre), e dai problemi di durata e di ricarica. Non possono essere fatte auto con batterie al litio per tutti, l'alta richiesta ne farebbe salire ancora il prezzo. C'è il problema anche del cobalto contenuto nelle batterie, ancora più raro (0,0001% della crosta terrestre), si trova quasi tutto in Congo e viene estratto da bambini in miniere disumane. Impossibile decuplicare o centuplicare la produzione.

Sembrano invece ottime le auto elettriche con batterie al grafene di cui si sente parlare tanto, con autonomia anche di 800 km, ricaricabili in pochi minuti, ma di cui non si possono portare prove scientifiche, solo articoli in internet di telefonini che si ricaricano in 5 minuti una volta alla settimana. Si sente parlare anche di batterie al sodio e batterie zinco-aria. Ma per il momento la prova del complotto per usare benzina e gasolio è la mia auto ad idrogeno. Però le cito perché potrebbero essere boicottate anche le batterie al grafene usando la scusa del costo elevatissimo e al sodio e zinco-aria asserendo che ci sono difficoltá insormontabili.

C'é da notare anche che l'idrogeno prodotto di notte col Motore Schietti costerebbe pochissimo, mentre ricaricare le auto elettriche di giorno nelle ore di punta sarebbe molto costoso. Il prezzo per chilometro di elettrico ed idrogeno dovrebbe essere più o meno uguale anche se per far andare un auto ad idrogeno serve il triplo di energia. Se peró venissero inventate batterie molto economiche i distributori verrebbero forniti di enormi batterie da ricaricare di notte con cui servire i clienti di auto elettriche di giorno.

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/



L'AUTO ELETTRICA É UNA BUFALA: SERVE L'AUTO AD IDROGENO

Mi sono informato nuovamente sulle previsioni di mercato per litio e cobalto necessari per le batterie delle auto e i prezzi sono previsti in salita, consigliano tutti di investire.

Solo Morgan-Stanley ritiene che triplicherà la produzione di litio e dimezzeranno i prezzi. Ma per me se triplicherá la produzione di auto elettriche i prezzi resteranno stabili. Nessuna possibilitá che possa decuplicare o centuplicare la produzione. Il litio é lo 0,007 % della crosta terrestre.

Il cobalto é introvabile, lo scavano con le mani i bambini in Congo. Potrebbe anche raddoppiare il prezzo. Stanno scavando ovunque, ma non si trova. Il cobalto é lo 0,001% della crosta terrestre.

Non sono previsti grossi miglioramenti della resa delle batterie, massimo 10-20%. Quindi il prezzo delle auto elettriche rimarrà stabile, cioé altissimo. Massimo diventeranno il 10% del parco macchine. Non c'é nessuna possibilitá che tutte le auto possano andare a batterie.

Quindi la soluzione migliore continua ad essere l'auto ad idrogeno di Schietti, una normale auto con motore a scoppio che invece di 4 serbatoi a metano abbia 16 mini-serbatoi di idrogeno. Avrebbe il costo di un auto a metano.

L'idrogeno verrebbe prodotto di notte con gli esuberi di energia del Motore Schietti a prezzo ridicolo. L'energia di notte all'ingrosso costerebbe 3 volte meno e compenserebbe il consumo triplo di energia per fare andare un auto ad idrogeno.

Sia elettrico che idrogeno dovrebbero pagare l'accise in base alla percorrenza rilevata da una scatola nera. Idrogeno ed elettrico avrebbero circa lo stesso costo al chilometro, ma un auto elettrica costerebbe anche il triplo.

Domenico Schietti
http://domenico-schietti.blogspot.it/

Ps1: se andate in home page potete trovare alcune decine di miei articoli esclusivi con le mie campagne internazionali, le mie ricerche, le mie invenzioni come:

Smog ed Effetto Serra: denuncia a Polizia e Carabinieri per genocidio. Bisogna usare il Motore Schietti e l'auto ad idrogeno

La domanda più frequente sul Motore Schietti: perchè non fai un prototipo? Un prototipo per tutti!

Innalzamento dei mari e crollo del mercato immobiliare nelle zone litoranee - Serve il Motore Schietti

La Serpentina di Schietti - 2500 litri di acqua potabile di condensa al giorno

La Centrale Geotermica di Schietti con Motore Stirling senza falde di acqua calda

Lavatrice e Lavastoviglie di Schietti ad Acqua ozonizzata senza Detersivi inquinanti e Acqua calda

Stop Pesticidi - Con l'Acqua Ozonizzata tutti i Cibi Bio - Rivoluzione in Agricoltura

Alzheimer trovata la cura preventiva: Acido Folico e Vitamina B12

Incendi Boschivi: Mini-Elicottero-Drone di Schietti con Idrante a Pioggia, 2 Eliche, Facilmente Ricaricabile

Effetto Serra: alcuni articoli di Schietti su Innalzamento mari, Desertificazione, Riserve di petrolio, Cicloni, Albedo, Permafrost, Invasione insetti

Le Proposte di Schietti contro la Deforestazione

I metodi più economici per stivare anidride carbonica e salvare il mondo dall'effetto serra

Divieto di caccia - Divieto di pallini al piombo - Milioni di avvelenamenti all'anno

Fame nel mondo: i metodi di Schietti per produrre cibo e acqua in abbondanza